Lo Stato operaio. Rassegna di politica proletaria

“Lo Stato operaio”, con il motto “Proletari di tutti i paesi, unitevi!” inizia le proprie pubblicazioni a Parigi il 1. marzo 1927 e le cessa il 15 agosto 1939 (anno 13, n. 12) e le riprenderà a New York, proseguendo la numerazione precedente, il 15 marzo 1940, per cessare definitivamente le pubblicazioni con il numero 4 del 1943. Ha periodicità mensile, con una parentesi con periodicità bimensile dal 15 ottobre 1937 al 30 aprile 1939.

La rivista svolge un compito teorico-culturale, ma pur non essendo l’organo ufficiale del Pcd’I, svolge un’opera di informazione costante sullo studio e la documentazione della politica comunista nazionale e internazionale.

La rivista viene diretta da Palmiro Togliatti fino al 1934, quando sarà chiamato a Mosca per svolgere altre funzioni all’interno della Internazionale comunista. Sarà quindi sostituito da Sereni e poi da Ravagnani. La pubblicazione degli ultimi anni negli Stati Uniti sarà sotto la responsabilità di Giuseppe Berti e Ambrogio Donini, e si avvarrà del contributo, tra gli altri, di Mario Montagnana e di Vittorio Vidali.

Sono per ora pubblicate tutte le annate dal 1927 al 1936